Sesso e cistite

Sesso e cistite

La cistite è un processo infiammatorio che si verifica nella vescica. La cistite non si trasmette attraverso i rapporti sessuali, ma ha la natura infettiva dello sviluppo. I sintomi della cistite sono abbastanza notevoli ed includono una minzione molto frequente e dolorosa, sensazioni di bruciore. L’urina può essere scura e torbida (spesso con il sangue) e la persona può avere la febbre. Ecco perchè il sesso durante la cistite ha un effetto negativo sulla salute delle donne.

Il sesso nel periodo acuto non porta il piacere alla donna, perché il rapporto sia accompagnato da un aumento del dolore nella zona dell’addome inferiore. Durante il sesso la vescica si trova sotto pressione, causando l’aggravamento e l’apparenza di infezioni secondarie, che fermano la remissione. Quindi da un punto di vista medico, il sesso durante la cistite è indesiderabile.

Però, due persone che si amano saranno in grado di permettersi l’intimità, seguendo alcune delle raccomandazioni:

* prima del sesso è necessario condurre una pulizia completa di tutto il corpo, fare la doccia o il bagno nella vasca;

* non c’è bisogno di fare sforzi per la stimolazione del clitoride, perchè tali azioni possano provocare un processo infiammatorio nell’uretra;

* il sesso durante il trattamento della cistite elimina la compressione della vescica. Per questo è vietato bere molti liquidi prima del rapporto sessuale.

Dopo il sesso è necessario lavare immediatamente la vagina per evitare l’infezione batterica. È importante evitare l’uso dei prodotti cosmetici, perchè loro possano provocare l’irritazione durante l’esacerbazione della malattia. La soluzione migliore sarebbe quella di risciacquare la vagina con acqua tiepida. È possibile utilizzare i preparativi farmaceutici per l’igiene personale.

L’uso di un preservativo è obbligatorio, ma non è raccomandato l’utilizzo di contraccettivi orali, lubrificanti, creme, ovuli vaginali e stimolanti. Il sesso durante la cistite è incompatibile con il sesso anale a causa di alto rischio di infezione batterica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *